Oggi gli israeliani sono chiamati e celebrare la Democrazia votando per il futuro di Israele.

Le elezioni anticipate per la composizione della Knesset, il Parlamento del paese, e la formazione del nuovo governo si stanno tenendo in queste ore (dalle 7) fino alle 22 di questa sera, a quell’ora si saprà chi e quanti voti, e seggi, ha ottenuto ma per la formazione del governo dovremo aspettare la decisione del Capo dello Stato Reuven Rivlin.

In Israele il rinnovo del Parlamento è previsto ogni quattro anni, il sistema di voto è proporzionale a collegio unico nazionale. Per i partiti, la soglia di sbarramento per l’accesso alla Knesset è fissata al 3,25% (percentuale che si traduce in 4 seggi).
Per entrare in Parlamento le formazioni devono presentarsi agli elettori in liste bloccate, senza preferenze, in fase di voto e che ad accedere ai seggi siano i candidati nell’ordine in cui sono presentati sulla lista stessa.

Secondo i sondaggi sarebbe avanti il partito Unione Sionista del duo Tzipi Livni e Yizhak Herzog seguito dal Likud, partito dell’attuale Primo Ministro, Benjamin Netanyahu. A seguire Habayit Hayehudi; Join List (Partito Arabo); Kulanu; Yisrael Beitenu; Yesh Atid; Shas; Yahad.

Share Button