Lunedì 13 luglio è stato l’appuntamento conclusivo delle Giornate della Scienza della Repubblica Ceca che hanno registrato una grande partecipazione di pubblico e stampa.  In queste ultime due settimane i riflettori sono stati puntati sulla Scienza e sui suoi progressi in settori cruciali per la sostenibilità ambientale e per il benessere globale. Il grande successo riscosso dai Czech Science Days è legato alla fama degli scienziati che hanno sapientemente illustrato le ricerche in atto nei laboratori di Ispra, con il merito di arricchire l’agenda di Expo Milano 2015 di contenuti speciali e di elevato livello culturale.

IMG_4785_1Nel lontano 1856, all’Esposizione Universale di Londra, si era dato largo spazio a scoperte e invenzioni ma, nelle  edizioni più recenti, la scienza era pressoché scomparsa. Grazie alle Giornate della Scienza, invece, la ricerca è tornata in campo e il Padiglione della Repubblica Ceca, ancora una volta, si è distinto per innovazione e impegno sociale.

Un contributo unico ed eccezionale per affrontare il tema dell’Esposizione Universale  “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” attraverso la presentazione di innovazioni e scoperte condotte negli Istituti di ricerca del territorio ceco e presso i laboratori del Joint Research Centre(JRC) di Ispra (VA), in collaborazione con l’European Commission’s in-house science service. Il direttore di questo istituto, David Wilkinson, che è anche Commissario Generale del Padiglione dell’Unione Europea a Expo 2015 ha dichiarato: i Czech Science Days hanno rappresentato una perfetta opportunità per il JRC di far incontrare i principali scienziati cechi per discutere e confrontarsi su temi di interesse comune e di importanza mondiale. La vicinanza del  più grande sito del JRC di Ispra a Expo Milano ha permesso ai panel di esperti provenienti dalla Repubblica Ceca di essere ospitati presso le nostre strutture di ricerca “.

IMG_5160Queste, invece, le parole pronunciate da Jiří F. Potužník, Commissario Generale della Repubblica Ceca per onorare e ringraziare il lavoro svolto dal JRC:Le giornate della scienza nel padiglione ceco ad Expo, organizzate in collaborazione con il JRC, hanno toccato soltanto alcune delle centinaia di studi che dovrebbero proteggere l’Unione Europea ed, al tempo stesso, preservare la posizione dell’ UE come leader mondiale nella scienza. Nel passato la scienza era al centro di EXPO. La Repubblica Ceca ha tentato, in collaborazione con il JRC, di far tornare la scienza all’esposizione universale nella forma di  seminari tematici di grande attualità, nei quali ricercatori da tutta l’UE sono coinvolti – il JRC merita la mia personale gratitudine per questo, poiché, in aggiunta agli aspetti salienti della ricerca, promuove la cooperazione internazionale”.

Le tematiche affrontate sono state le seguenti:

Energia (3 luglio)- con gli interventi dei ricercatori del Research Centre Rez 

Biodiversità e Sostenibilità e Cura per la Natura (6 luglio)– con gli studi presentati dall’Istituto di Botanica dell’Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca

Malattie legate allo stile di vita (11 luglio)– Obesità, diabete, farmacoterapia ed altri approfondimenti trattati dall’Istituto di Chimica Organica e Biochimica

Istruzione, Scienza e Ricerca (13 luglio) – con i contributi del Rettore e del Vice-Rettore del Centro Tecnico dell’Università di Praga

L’afflusso dei visitatori si è concentrato soprattutto sabato 11 Luglio, in occasione del vernissage organizzato dal Padiglione per inaugurare la mostra “La scienza ceca combatte i virus”, al 1°piano dello spazio “Land of Stories”. L’esposizione, curata dall’Istituto di Chimica Organica e Biochimica ASRC in collaborazione con l’Istituto Masaryk, l’Archivio dell’Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca e il Museo Nazionale della Tecnica di Praga, ha offerto la possibilità di apprendere aspetti importanti della vita privata e professionale del celebre chimico Antonín Holý che, con le sue ricerche, ha contribuito allo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento di malattie virali (AIDS, epatite B e altre).

Share Button

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here