New England Patriots campioni! Tom Brady, grazie all’aiuto dei suoi compagni, continua a scrivere pagine di storia della NFL e del Super Bowl.
Si conclude con l’ambito trofeo dunque per la compagine di Brady, nel terzo anno consecutivo al Super Bowl.

L’edizione numero 53 (LIII) si conclude dunque con la vittoria dei New England Patriots, a discapito dei Los Angeles Rams, per 13 punti a 3.

Riassunto della partita:
Difese protagoniste di questa edizione, con quella dei New England che costringe ad un record negativo i Rams, con otto consecutivi Drive terminati con un Punt.
Difesa dei Rams che però tiene a galla quasi fino alla fine un praticamente assente Jared Goff (QB dei Los Angeles), decisamente non all’altezza della finalissima, ma con una carriera ancora lunga e da scrivere.
Una menzione particolare va ai “Punter” di entrambe le squadre (quelli che calciano i Punt), che nelle varie azioni in cui li han visti protagonisti (loro malgrado), sono quasi sempre riusciti a far ripartire l’attacco avversario da posizioni scomode (vicino alla propria endzone).

Analisi quarto per quarto (disponibile su twitter @newsgateit il riepilogo azione per azione):
Primo quarto terminato sullo 0 a 0 con le difese quasi insuperabili che hanno concesso davvero pochissimo, con un intercetto da parte dei Rams sul primo vero lancio del QB Patriots.

Secondo quarto che vedono i primi tre punti conquistati dai New England, dopo un primo field goal sbagliato da 49 yard, riescono a realizzare il secondo da 42.
All’interno dei 2 minuti alla fine del primo tempo, opportunità per un altro field goal dei Patriots, che sul 4th&1 decidono invece di lanciare. Scelta errata che si conclude con un passaggio incompleto di Brady, palla ai Rams che non riuscendo a sfruttare il proprio possesso di palla, terminano con un Punt (azione ricorrente per tutta la partita dei Los Angeles). Partita sul 3 a 0.

Terzo quarto che trova ancora i Patriots protagonisti, questa volta in negativo, che concedono yards ai Rams fino al field goal del pareggio, conclusione del quarto sul risultato di 3 a 3.

Ultimo quarto decisivo, con il primo (ed unico) Touchdown segnato dai Patriots che arriva tardi, con due azioni consecutive targate Brady – Gronkowski che ha portato la squadra di New England a ridosso dell’endzone. Sul successivo First & Goal (termine utilizzato quando una squadra si trova al primo down e come obiettivo per chiudere il Drive è l’area di meta avversaria), corsa di Sony Michel (al suo anno da rookie in NFL), e Touchdown per i Patriots che si portano sul 10 a 3.
Confusione totale Rams che non riesce più a rientrare in partita, con l’attacco che vanifica quanto fatto dalla difesa in tutta la partita, ancora un field goal concesso ai Patriots, che si portano sul 13 a 3.
Tentativo disperato da parte di Los Angeles, che però non porta a nulla, tempo scaduto e vittoria Patriots!

Trofeo a New England quindi, che anche con una prestazione non ai massimi livelli del suo riferimento e QB Tom Brady, riesce a massimizzare i risultati dell’ennesima stagione in NFL (dal 2000 nella lega, 41 anni compiuti) conquistando il sesto anello sui nove Super Bowl disputati.
E’ Julian Edelman invece che porta a casa il titolo di MVP, grazie alle sue ricezioni e corse, che hanno maggiormente aiutato New England nell’impresa.

Halftime Show:
E’ stato uno spettacolo puro anche quello ammirato nell’intervallo, con i Maroon 5 assolutamente protagonisti, in cui si sono potute sentire alcune delle canzoni più famose del gruppo tra cui This Love, Girls Like You e Move Like Jagger. Accompagnati da uno splendido gioco di luci, fuochi, lanterne cinesi, e spettacolo pirotecnico.

I giochi sono dunque fatti, ora passeranno quei sette mesi interminabili per gli amanti della NFL, che già dallo scadere dell’ultimo quarto, hanno iniziato ad aspettare la nuova emozionante stagione che scriverà il cammino verso il SuperBowl LIV!

Share Button

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here