E’ finita! I Måneskin si aggiudicano la 65° edizione dell’Eurovision Song Contest!

E’ stata una serata all’insegna dello spettacolo puro, letteralmente. E’ stato un susseguirsi incredibile di esibizioni (eccetto l’Islanda di cui han mandato una registrazione a causa di casi di positività al Covid-19), ed i nostri Måneskin hanno letteralmente fatto fuoco e fiamme sul palco.

Ma procediamo con ordine.

Prima dell’inizio, i bookmaker davano per favoriti proprio gli italiani con il 25%, seguiti da Francia al 21% e Malta al 12%.
Dopo le esibizioni di tutti e 26 artisti in gara (qui l’elenco nel precedente articolo), sono state aperte le votazioni al pubblico da casa, con la regola però (giustamente), di non poter votare per la propria Nazione (ad esempio, in Italia, non si poteva votare per i Måneskin).

Durante il televoto, sono state fatte vedere le esibizioni degli artisti vincitori delle edizioni 2015 (Mans Zelmerlow), 1975 (Teach-In), 1986 (Sandra Kim), 1969 (Lenny Kuhr) e del 2005 (Lordi).

Sul palco poi, si è esibito Duncan Laurence con le canzoni Arcade e Stars, il vincitore della scorsa edizione (2019, l’edizione del 2020 non si è svolta a causa dell’emergenza Covid-19).

Una volta dichiarato concluso il televoto, si è passati al voto della giuria di qualità, con Slovenia, Croazia, Georgia e Ucraina che han dato il massimo punteggio disponibile all’Italia (12).

Situazione dopo la prima tornata di voti

Dopo il voto della giuria degli esperti dunque, l’Italia si trovava in quarta posizione, con un distacco preoccupante rispetto a Svizzera e Francia, la cui rappresentate di quest’ultima, Barbara Pravi, diventava così la favorita assoluta al titolo.

Il televoto però, ha ribaltato il risultato e confermato quello che sin da subito, tutte le varie interviste e impressioni davano per assoluto. I Måneskin si aggiudicano l’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest garantendo così all’Italia l’onore di ospitare l’edizione numero 66, proprio nel nostro Paese, il prossimo anno.

Bravi, bravi e ancora bravi a questi ragazzi romani, che stanno veramente vivendo il loro sogno, passando dal cantare e suonare per strada, all’essere acclamati a livello europeo, e perché no, mondiale!
Oltre alla vittoria del contest, si aggiudicano anche il premio come miglior testo.

Classifica finale

Unica nota negativa:
Non sono mancate le polemiche, come sempre, da parte di chi non ha vinto, su un qualcosa che però (se si vanno a vedere bene tutte le premesse) da ormai un po’ di tempo, era già scritto, quindi non resta altro da fare se non accettare il verdetto e restare… Zitti e Buoni!

16 COMMENTS

Comments are closed.